Vita sana – Felice te

Una persona in buona salute è una persona felice. Ecco perché disponiamo di tutte le informazioni di cui hai bisogno: malattie, trattamenti, sintomi e altro ancora.

Frankenpolish, ovvero… mixare gli smalti!

Frankenpolish, ovvero… mixare gli smalti!


Alzi la mano chi non ha il beauty pieno di smalti colorati. E alzi la mano chi, quando è il momento della manicure, riesce a trovarne uno adatto all’occasione!

Sono sempre troppo scuri, troppo chiari, troppo glitterati, troppo volgari, troppo neutri, troppo gialli, troppo rossi, troppo viola, oppure fuori moda o persino ormai asciutti! Risultato: si finisce col comprare l’ennesima boccetta dell’ennesima stravagante sfumatura da usare una volta e basta. Vogliamo mettere fine, complice la crisi, a questa pessima abitudine? Ci ha pensato una blogger americana, Amanda, che sta spopolando con il suo dr.Frankenpolish: un blog che spiega passo passo come miscelare gli smalti tra loro (un po’ come si fa per i rossetti) per ottenere nuove sfumature e riciclare le lacche ormai inutili.

Ecco il link al suo fantastico tutorial. E’ in inglese ma corredato da chiare immagini, è possiamo riassumere qui alcuni salienti passaggi.

  • Attrezzatura. Procuratevi qualche pallino di acciaio, indispensabile per miscelare le tinte nelle boccette it.wikipedia.org. Poi quelle ciotoline che servono per miscelare i colori degli artisti. Infine, boccette di smalto vuote, acquistabili o riciclate pulendo con acetone le vecchie.
  • Smalti. Oltre a quelli che avete e che non vi piacciono più, potete tranquillamente acquistare qualche smalto economico da supermercato a due o tre euro, per fare esperimenti. Scegliete colori chiari e scuri per mixare bene.
  • Fantasia. Sapete che potete inserire i glitter in polvere nei vostri smalti franken it.wikipedia.org? E se avete avanzi di ombretti in polvere, meglio se minerali, ebbene… potete provare ad aggiungere anche quelli, per creare colori unici!

Fate attenzione a provare sempre con piccole quantità, per non sprecare colore e non fare pasticci. Poi tenete presente le proporzioni delle varie tinte, in modo da ripeterle correttamente quando riempirete la boccetta. Buon divertimento!

Rate this post